Blog

MUD 2016: Nessuna modifica e presentazione entro 30/04/16

MUD 2016: Nessuna modifica e presentazione entro 30/04/16
Pubblicato sulla G.U. del 28 dicembre il D.P.C.M. 21 dicembre 2015 che conferma il MUD utilizzato nel 2015. Il D.P.C.M. 21 dicembre 2015 stabilisce che il modello di dichiarazione, previsto dal D.P,C.M. 17 dicembre 2014, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 97 alla Gazzetta ufficiale - serie generale — n. 299 del 27 dicembre 2014, è confermato. Il modello, già utilizzato nel 2015, sarà utilizzato per le dichiarazioni da presentare, entro il 30 aprile 2016 . Informazioni aggiuntive alle istruzioni riportate in Allegato al D.P.C.M. 17/12/2014 saranno rese disponibili sui siti Internet del Ministero dello Sviluppo Economico,del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dell’ISPRA, dell'Unioncamere, di Infocamere e di Ecocerved. Il Modello Unico di dichiarazione ambientale è quindi articolato in 6 Comunicazioni 1. Comunicazione Rifiuti 2. Comunicazione Veicoli Fuori Uso 3. Comunicazione Imballaggi 4. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche 5. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti...
Continua a leggere
  1417 Visite
1417 Visite

SISTRI: LA SOSPENSIONE E' LEGGE

È stato pubblicato sulla Gu del 26 giugno 2012 il decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 , recante "Misure urgenti per la crescita del Paese", che prevede la sospensione dell'operatività del Sistri fino al termine massimo del 30 giugno 2013.

In base all'articolo 52 del Dl 83/2012, che entra in vigore lo stesso giorno della pubblicazione in Gu, "Allo scopo di procedere (...) alle ulteriori verifiche amministrative e funzionali del Sistema di controllo della Tracciabilità dei Rifiuti (...) il termine di entrata in operatività del Sistema Sistri (...) è sospeso fino al compimento delle anzidette verifiche e comunque non oltre il 30 giugno 2013, unitamente ad ogni adempimento informatico relativo". Lo stesso provvedimento stabilisce altresì la sospensione del pagamento dei contributi dovuti dagli utenti per l'anno 2012.

Il tracciamento dei rifiuti, specifica l'articolo 52 del provvedimento, continua ad essere quello previsto dalla disciplina recata dagli articoli 190 (registri di carico e scarico) e 193 (formulario di trasporto) del Dlgs 156/2006 e relativo regime sanzionatorio, nella versione precedente all'entrata in vigore delle modifiche introdotte dal Dlgs 205/2010

 

Fonte: Reteambiente
Continua a leggere
  1202 Visite
1202 Visite

SISTRI: la rinascita

Il Sistri, sistema di tracciamento digitale dei rifiuti speciali e pericolosi, rinasce dopo che la manovra correttiva di Ferragosto lo aveva abrogato tout court con i commi c) e d) dell'articolo 6 del decreto 12 agosto 2011.

La Commissione Bilancio del Senato ha approvato, con il consenso generale di tutte le forze politiche, un emendamento al DL 138 del 13 agosto che ripristina il sistema.

I nuovi commi 2 e 3 dell'art.6 prorogano la piena operatività del Sistri al 9 febbraio 2012, e la subordinano ad una verifica tecnica delle componenti software e hardware, in collaborazione con le associazioni di categoria maggiormente rappresentative ed a test di funzionamento con l'obiettivo della più ampia partecipazione degli utenti. ancora più distante nel tempo l'applicazione del sistema alle aziende che producono rifiuti pericolosi ma che hanno non più di 10 dipendenti. In questo caso, la data di avvio del Sistri non potrà precedere il 1 giugno 2012 e sarà stabilita da un successivo decreto del Ministero dell'Ambiente.

Entro novanta giorni dall'entrata in vigore della legge, dovrà essere emanato un decreto ministeriale che individui specifiche tipologie di rifiuti, alle quali, in considerazione della quantità e dell'assenza di specifiche caratteristiche di criticità ambientale, sono applicate, ai fini del sistema di controllo di tracciabilità dei rifiuti, le procedure previste per i rifiuti speciali non pericolosi.

E' bene sottolineare che tali disposizioni entreranno in vigore con la conversione in legge del decreto e solo se il relativo emendamento sarà approvato in via definitiva.

7 Settembre 2011

 


 

 

Continua a leggere
  1751 Visite
1751 Visite

Cancellato il SISTRI

Vi segnaliamo che lo scorso 13 Agosto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n° 138 con il quale è stato soppresso il SISTRI, il Sistema di Controllo elettronico per la Tracciabilità dei Rifiuti.

In particolare sono stati abrogati i DM del 17 dicembre 2009 e del 18 febbraio 2011 n. 52 rispettivamente inerenti l’istituzione e il regolamento del SISTRI.

Pertanto il SITRI non diventerà più operativo a scaglioni a partire dal 1 settembre così come previsto dal precedente Decreto.

Per le aziende continuano quindi ad essere obbligatori gli adempimenti tradizionali, cioè registri di carico e scarico e formulari.

Resta il fatto che imprese ed enti locali hanno già versato circa 90 milioni di Euro, che dovranno necessariamente essere restituiti in quanto il sistema non è mai partito.

fonti:
http://energia24club.it/articoli/0,1254,51_ART_143537,00.html
http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2011-08-14/anche-sistri-finito-rifiuti-081253.shtml?uuid=AaTiGCwD&fromSearch
Continua a leggere
  2388 Visite
2388 Visite

PROROGA SISTRI RIFIUTI: LE DATE DA SETTEMBRE 2011

Intesa raggiunta per l’avvio del Sistri. Si comincia il 1° settembre con le grandi imprese Ecco il comunicato del Ministero dell’Ambiente : "Una intesa per rimodulare l’entrata in funzione del Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi è stato raggiunto ieri a tarda sera fra il Ministero dell’Ambi ente e le principali organizzazioni imprenditoriali Confindustria e Rete Imprese. L’accordo recepisce le esigenze evidenziate nelle ultime settimane dagli operatori del settore ribadendo il valore del Sistri quale importante strumento di legalità e trasparenza nel delicato campo dei rifiuti. "Abbiamo cercato e trovato una soluzione condivisa – afferma il Ministro Stefania Prestigiacomo – nel comune intento di mettere in campo un sistema capace di coniugare trasparenza, semplificazione amministrativa, tutela della legalità. Un sistema che è stato pensato per agevolare il lavoro delle imprese non certo per complicarlo. Credo che la rimodulazione in chiave di progressività dell’entrata in vigore del Sistri...
Continua a leggere
  2210 Visite
2210 Visite

SISTRI AGGIORNAMENTO MANUALE

Sul sito www.sistri.it è stata pubblicata la nuova versione del MANUALE OPERATIVO SISTRI versione 2.0 del 14.04.2011. 15/04/2011 Fonte: SISTRI
Continua a leggere
  2580 Visite
2580 Visite

SISTRI - Aggiornamenti

Nella Sezione Delega Associazioni del sito del SISTRI sono stati pubblicati gli aggiornamenti dei  seguenti documenti:

e nella Sezione Manuali e Guide è stato pubblicato il documento:

Si riporta inoltre un avviso riportato sul sito sistri e indirizzato alle imprese di trasporto:

"Ad alcune imprese di trasporto è stata inviata una comunicazione importante relativa all'installazione dei dispositivi elettronici Black Box SISTRI.

Si suggerisce alle imprese di accedere alla propria casella email SISTRI per verificare l'eventuale presenza della comunicazione in oggetto."

24/03/2011

Fonti: www.sistri.it

Continua a leggere
  2252 Visite
2252 Visite

ADEMPIMENTI COMUNICAZIONE ANNUALE 2011 SISTRI RIFIUTI 2010

Ricordando la scadenza del 30 aprile 2011 per la presentazione della comunicazione annuale per il 2011 (MUD o dichiarazione SISTRI) relativa ai rifiuti prodotti e/o gestiti nel corso dell'anno 2010, si riporta il quadro riepilogativo degli adempimenti per i vari soggetti obbligati pubblicato sul sito di Ecocerved.

Sul sito SISTRI è disponibile l'applicazione per la compilazione della dichiarazione SISTRI, mentre sul sito di Ecocerved. è scaricabile il software per la compilazione del MUD.

CHI

CHE COSA

A CHI

COME

Comuni o loro aziende speciali o comunità montane

Modello Unico di Dichiarazione Ambientale NESSUNA NOVITÀ RISPETTO AL 2010

Alle Camere di Commercio

Modulistica cartacea oppure Supporto magnetico oppure Via Telematica

Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti

· Pericolosi (tranne imprenditori agricoli con volume annuo di affari non superiore a 8000 euro)

· Non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali ed artigianali con più di 10 dipendenti

Modello Unico di Dichiarazione Ambientale NESSUNA NOVITÀ RISPETTO AL 2010

Alle Camere di Commercio

Modulistica cartacea oppure Supporto magnetico oppure Via Telematica

OPPURE (in alternativa)

Dichiarazione SISTRI

Al SISTRI

Con schede disponibili su www.sistri.it

Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento dei rifiuti

Modello Unico di Dichiarazione Ambientale NESSUNA NOVITÀ RISPETTO AL 2010

Alle Camere di Commercio

Supporto magnetico oppure Via Telematica

OPPURE (in alternativa)

Dichiarazione SISTRI

Al SISTRI

Con schede disponibili su www.sistri.it

Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritte al Registro AEE

Modello Unico di Dichiarazione Ambientale NESSUNA NOVITÀ RISPETTO AL 2010

Alle Camere di Commercio

Via Telematica, tramite il sito www.registroaee.it

Soggetti che effettuano il trattamento ed il recupero dei veicoli fuori uso

Modello Unico di Dichiarazione Ambientale NESSUNA NOVITÀ RISPETTO AL 2010

Alle Camere di Commercio

Supporto magnetico oppure Via Telematica

· Trasportatori di rifiuti

· Intermediari

· Produttori o riutilizzatori di imballaggi

NON DEVONO PRESENTARE ALCUNA DICHIARAZIONE

25/03/2011

 

Fonti: www.sistri.it; www.ecocerved.it

Continua a leggere
  3034 Visite
3034 Visite

Approvato il MUD 2009

Approvato il MUD 2009

E' stato approvato con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 dicembre 2008, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 294 del 17-12-2008 il modello unico di dichiarazione ambientale per l'anno 2009.

Il nuovo modello adottato sarà utilizzato dai soggetti interessati entro il 30 aprile 2009 per le dichiarazioni con riferimento all'anno 2008.

L'articolo due del decreto esplicita che i produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche di cui al decreto legislativo 25 luglio, n. 151, devono presentare, entro il 30 aprile 2009, la comunicazione AEE scheda "IMMA EE: apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse su l mercato" del modello allegato al decreto sia per l'anno 2008, con riferimento alle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) immesse sul mercato per l'anno 2007, sia per l'anno 2009 con riferimento all'anno 2008, compilando due schede distinte.

 

Fonte: Codice Ambiente e Sicurezza - Il Sole 24 Ore

Continua a leggere
  2956 Visite
2956 Visite